Zenit-Lazio, la conferenza di Sergej Semak alla vigilia

0

Sta per ritornare di scena la Champions League. Alla vigilia della terza giornata dei gironi, in vista di Zenit-Lazio, ha parlato in conferenza il tecnico dei russi, Sergej Semak. Di seguito le parole del tecnico.

La squadra russa, che nel campionato nazionale dista un solo punto dalla capolista, è ultima nel gruppo F dopo aver perso sia con Club Brugge che con il Borussia Dortmund. La situazione in classifica obbliga i padroni di casa a sperare in una vittoria per credere nel passaggio al turno successivo. Semak sull’argomento ha detto:Dobbiamo fare tutto il possibile per ottenere la vittoria. Naturalmente la questione dell’equilibrio è sempre molto importante, ma sono certo che tutti quelli che entreranno in campo daranno il massimo con tutte le proprie forze. Sono contento per Sasha Erokhin: ha ricevuto una chiamata dalla nazionale, gioca in modo molto efficace e utile“.

Zenit-Lazio, Semak: “Difficile giocare con difesa a tre”

Il tecnico dei russi si è soffermato a parlare dei suoi giocatori e di chi potrebbe recuperare per la sfida di domani. L’osservato speciale, naturalmente, è l’ariete russo Dzyuba. Semak ha detto: Dzyuba è pronto e ci sarà. Azmoun invece ancora non è disponibile: sta seguendo un proprio programma individuale. Anche Malcom, Driussi e Musaev non ci saranno”. Il tecnico ha continuato parlando della formazione che scenderà in campo. Non si è soffermato tanto sui nomi dei titolari ma più sul modulo che la sua squadra adotterà. Gli è stato chiesto se potrebbe prendere in considerazione di giocare la partita di domani con la difesa a tre. Semak ha risposto dicendo: Dipende dai giocatori, devono avere delle precise caratteristiche per consentire la difesa a tre. L’abbiamo provata l’anno scorso: per domani è possibile ma mi sembra poco probabile“.

La conferenza si è conclusa con una riflessione sulla Lazio, decimata dai diversi casi di Covid-19. Semak non si è sbilanciato sull’argomento ed ha detto: Posso rispondere solo a questioni inerenti alla mia squadra“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui