Bari-Sudtirol: Masiello non convocato per scelta societaria

0

Andrea Masiello non sarà convocato per la sfida che andrà di scena al San Nicola domani alle 14 tra Bari e Sudtirol. Questa la decisione presa dalla società altoatesina e riportata ai microfoni durante la conferenza di presentazione del neo tecnico Federico Valente. Proprio come la scorsa stagione, l’ex centrale biancorosso non prenderà parte alla gara contro la sua vecchia squadra. Il motivo non riguarda né un infortunio e tantomeno una squalifica, ma il passato turbolento che ha visto il classe ’86 coinvolto nel caso calcioscommesse proprio quando indossava la casacca pugliese.

Masiello non convocato per Bari-Sudtirol: il centrale salta la trasferta pugliese per la quinta volta

Un match delicato quello in programma domani pomeriggio al San Nicola. Grandi rivelazioni della passata stagione, Bari e Sudtirol stanno attualmente vivendo un periodo di crisi. Lo scorso anno, le due contendenti arrivarono addirittura a giocarsi l’accesso alla massima seria ai playoff, con i biancorossi che ebbero la meglio al ritorno grazie al gol di Benedetti. L’attuale momento negativo ha portato i galletti alla decisione di andare in ritiro dopo i due passi falsi di seguito contro Venezia e Lecco, mentre sponda altoatesina, ha coinciso con l’esonero di Pierpaolo Bisoli. Al posto dell’ex tecnico tra le altre di Cesena e Padova, è stato scelto l’allenatore della Primavera Federico Valente.

Una sfida che per la quinta volta consecutiva, non vedrà tra i protagonisti Andrea Masiello. Con un passato tra Serie B e Serie A proprio con la compagine pugliese dal 2008 al 2011, il nativo di Viareggio non ha lasciato un bel ricordo ai suoi vecchi tifosi. Nonostante infatti i 4 gol messi a segno in 138 presenze, l’ex centrale dell’Atalanta ha lasciato una macchia indelebile nella storia del club biancorosso. Questo ha a che vedere con il suo coinvolgimento nel caso calcioscommesse, e in particolare con quello sciagurato autogol nel sentito derby contro il Lecce che garantì la salvezza ai salentini. Il suo coinvolgimento diretto gli è costato l’allontanamento dai campi per via di una squalifica di 2 anni e 5 mesi. Squalifica che i tifosi del Bari considerano ingiusta e che per la quale molto probabilmente, non ci sarà mai un lieto fine alla vicenda.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui