Sampdoria-Genoa, le dichiarazioni di Ranieri

0

Le dichiarazioni dell’allenatore della Sampdoria Claudio Ranieri in vista del derby di domani sera contro il Genoa che si giocherà in un deserto “Luigi Ferraris”. 

Sampdoria-Genoa, Ranieri: “Il derby di Genova è qualcosa di sacro”

A Genova è indicata come la partita più importante dell’anno: mister Ranieri ha avuto modo di impararlo già nella scorsa stagione, vincendo il derby d’andata e perdendo quello di ritorno. L’allenatore della Sampdoria, archiviata la grande vittoria di Bergamo, si appresta a vivere la sua terza stracittadina contro il Genoa, con l’obiettivo di andare in vantaggio nei personali scontri diretti con i rossoblù: “Un successo in questa sfida può valere quasi più di una stagione intera. Oggi, però, il massimo a cui possono aspirare Sampdoria e Genoa è una salvezza comoda e, appunto, la conquista della stracittadina. Aspettando, magari, tempi in cui si giocheranno derby importanti per una classifica importante. Si parte da zero, si va in campo e si lotta per la supremazia cittadina. In tanti anni di carriera ho partecipato a tantissimi derby, ma quello di Genova è qualcosa di sacro. Lo metto tra i primi come importanza, veramente spettacolare”.

Sampdoria-Genoa, le dichiarazioni di Ranieri

Sampdoria-Genoa, Ranieri: “Mancherà l’euforia dei tifosi”

Quest’anno però il derby di Genova sarà privo dello spettacolo sugli spalti da parte delle due tifoserie. Una mancanza sicuramente importante, ma che Ranieri vuole sfruttare come elemento in più per dare il massimo in campo: “Mancherà l’euforia delle due tifoserie che vogliono fare qualcosa di grande sugli spalti, a partire dalle coreografie. Accettiamo questo derby senza pubblico, sapendo che i nostri tifosi saranno attaccati alle tv o alle radio. Speriamo di regalargli un sorriso a fine partita”.

Ranieri sulla formazione: “Candreva recuperato, deciderò se farlo giocare o meno”

L’anno scorso fu Manolo Gabbiadini a decidere il derby d’andata, il primo di Ranieri sulla panchina blucerchiata. L’attaccante ex Atalanta sarà assente a causa di un problema fisico, a differenza di Antonio Candreva, recuperato dopo la mancata convocazione nell’ultimo turno: “La squadra sta lavorando bene come sempre. Candreva si è rimesso e nelle prossime ore deciderò se farlo giocare dall’inizio o meno”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui