Serie A 2023/24, la classifica a confronto dopo 13 giornate

0

Dopo l’ultima sosta per gli impegni delle Nazionali, la Serie A comincia a vivere il rush finale del 2023, e la classifica, e il relativo confronto con la scorsa stagione, subisce ulteriori cambiamenti. Il big match di domenica sera tra le prime due della classe, Inter (+8) e Juventus (+5), termina sull’1-1, e di conseguenza le dirette inseguitrici ne approfittano per accorciare le distanze. Mantiene il terzo posto il Milan (-3), che batte 1-0 la Fiorentina (+4), e alle spalle dei rossoneri salgono i campioni in carica del Napoli (-11), guidati ora dal rientrante Walter Mazzarri, vittoriosi per 1-2 sul campo dell’Atalanta (-7).

Lo stop dei nerazzurri, nel contempo, permette alla Roma (-4) di salire al quinto posto, in seguito al successo interno per 3-1 sull’Udinese (-12). I bianconeri, a propria volta, restano poco sopra la zona retrocessione e col peggior saldo punti tra le venti del torneo. A pari punti con i capitolini sale l’ottimo Bologna (+5), che nel monday night batte 2-0 il Torino (-1) e stacca di tre lunghezze il Monza (+5), che esce con un importante 1-1 dal campo del Cagliari, e il sempre più sorprendente Frosinone, vittorioso per 2-1 sul Genoa.

Prima vittoria Salernitana: è bagarre in zona retrocessione

Nel confronto tra la classifica di Serie A attuale e passata, una delle squadre ad aver fatto peggio resta la Salernitana (-9), la quale, tuttavia, riesce a centrare la prima, prestigiosa vittoria di questa stagione, in rimonta per 2-1 sulla Lazio (-10). I biancocelesti, di conseguenza, perdono un’ottima occasione per riagganciarsi alle posizioni che contano. I campani, dal canto proprio, provano a riaccendere la lotta per la salvezza, ma vengono staccati di una lunghezza dall’Hellas Verona (+4), che riesce ad acciuffare il Lecce (+6) nei minuti finali, pareggiando 2-2.

Come accennato, se l’Udinese resta di poco fuori dalla “zona rossa”, continuano a rimanerci pienamente il succitato Cagliari e anche l’Empoli (-4). I toscani disputano un gran match, ma alla fine devono arrendersi al Sassuolo, che si impone per 3-4 solo nei minuti di recupero. Giunti a un terzo della stagione, ancora tutto è possibile in ogni zona della graduatoria. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 13 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2023-2024 – 13^ giornata

  1. Inter 32 (+8)
  2. Juventus 30 (+5)
  3. Milan 26 (-3)
  4. Napoli 24 (-11)
  5. Roma 21 (-4)
  6. Bologna 21 (+5)
  7. Atalanta 20 (-7)
  8. Fiorentina 20 (+4)
  9. Monza 18 (+5)
  10. Frosinone 18 (In Serie B)
  11. Lazio 17 (-10)
  12. Torino 16 (-1)
  13. Sassuolo 15 (0)
  14. Lecce 15 (+6)
  15. Genoa 14 (In Serie B)
  16. Udinese 11 (-12)
  17. Empoli 10 (-4)
  18. Cagliari 10 (In Serie B)
  19. Hellas Verona 9 (+4)
  20. Salernitana 8 (-9)

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui