Serie A 22/23, 10^ giornata: le decisioni del Giudice Sportivo

0

Dopo la 10^ giornata il Giudice Sportivo, come di consueto, ha reso noti i principali provvedimenti inerenti alla Serie A. In particolare sono tre i calciatori fermati per squalifica, dei quali ben due espulsi. Questi sono Nicolò Rovella del Monza e Antonino Gallo del Lecce, i quali hanno terminato anzitempo le proprie partite, rispettivamente contro l’Empoli e la Fiorentina. Di conseguenza il centrocampista di proprietà della Juventus sarà costretto a saltare ben due turni, per il comportamento antisportivo derivante dalla manata in faccia a un avversario. Questi saranno il derby lombardo sul campo del Milan e il match casalingo contro il Bologna. Il difensore dei salentini, invece, sarà indisponibile solo per un turno, in trasferta proprio a Bologna.

Serie A 22/23, 10^ giornata: le decisioni del Giudice Sportivo

Oltre ai due calciatori succitati, come accennato, ci sono altri due squalificati, in questo caso per aver superato il limite di quattro ammonizioni imposto dal regolamento. Gli atleti in questione sono Gian Marco Ferrari del Sassuolo e Rodrigo Becao dell’Udinese, ammoniti rispettivamente contro Atalanta e Lazio. Di conseguenza nessuno dei due potrà prendere parte alle prossime partite contro Hellas Verona e Torino.

Gli altri provvedimenti del Giudice Sportivo: due nuovi diffidati in Serie A

Oltre alla situazione squalificati, il Giudice Sportivo ha aggiornato anche quella inerente ai diffidati della Serie A. In particolare i nome nuovi finiti in questo elenco sono due, ovvero quelli di Theo Hernandez del Milan e di Valerio Verre della Sampdoria. Entrambi, ammoniti rispettivamente a Verona e contro la Roma, di conseguenza, già dal prossimo match contro il Monza e la Cremonese rischiano di venire squalificati in caso di ulteriore cartellino giallo. Ecco, nel dettaglio, l’elenco completo dei diffidati in Serie A dopo la 10^ giornata.

  • ATALANTA: – ;
  • BOLOGNA: – ;
  • CREMONESE:  – ;
  • EMPOLI: – ;
  • FIORENTINA: – ;
  • HELLAS VERONA: Thomas Henry, Isak Hien;
  • INTER: – ;
  • JUVENTUS: – ;
  • LAZIO: – ;
  • LECCE: – ;
  • MILAN: Theo Hernandez;
  • MONZA: – ;
  • NAPOLI: – ;
  • ROMA: – ;
  • SALERNITANA: – ;
  • SAMPDORIA: Mehdi Leris;
  • SASSUOLO: – ;
  • SPEZIA: – ;
  • TORINO: – ;
  • UDINESE: Destiny Udogie.

Per quanto riguarda invece le sanzioni verso le società, il Giudice Sportivo ne ha comminate due da 5.000 euro cadauna. La prima di queste è stata inflitta al Lecce, per aver, i propri supporters, ritardato l’inizio della partita per il lancio di fumogeni. La seconda invece, riguarda i tifosi della Roma, per l’intonazione di toni beceri all’indirizzo della tifoseria della Sampdoria.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui