Champions League africana, l’Al-Ahly vince il decimo titolo

0

La Champions League africana è ancora dell’Al-Ahly, che porta a casa il trofeo per la decima volta nella sua storia ed è la prima compagine del continente a tagliare il traguardo della doppia cifra. Gli egiziani hanno battuto in finale i sudafricani del Kaizer Chiefs per 3-0 e hanno bissato il successo della scorsa stagione, quando avevano battuto i rivali cittadini dello Zamalek, che nell’albo d’oro della competizione sono secondi a quota cinque successi al pari dei congolesi del Mazembe (che nel 2010 ha sfidato l’Inter nella finale del Mondiale per Club).

L’Al-Ahly si conferma la squadra più vincente del calcio egiziano, annoverando nel proprio palmarès 42 campionati, 37 Coppe d’Egitto e 11 supercoppe nazionali. A livello internazionale è la seconda squadra al mondo per numero di trofei internazionali vinti (22) e la compagine più titolata d’Africa, avendo conquistato 10 Champions League (record), 4 Coppe delle Coppe d’Africa (record), una Coppa della Confederazione CAF (l’equivalente della nostra Europa League), una Coppa dei Campioni afro-asiatica e 7 Supercoppe africane (record). Detiene inoltre il primato di partecipazioni alla Coppa del Mondo per club tra le squadre africane, avendo preso parte a sei edizioni della competizione. In questo torneo ha ottenuto come migliore risultato il terzo posto, centrato nelle edizioni 2006 e 2020.

Champions League africana: decima vittoria per l’Al-Ahly

Allo stadio “Mohammed V” di Casablanca, in Marocco, la sfida fra le due compagini è molto equilibrata nel primo tempo. Al 43’ arriva però l’episodio che cambia l’inerzia della gara: brutta entrata di Mashiane con il piede a martello sulla caviglia di Tawfik. Rosso diretto (con l’ausilio del VAR) e sudafricani in dieci uomini. Nella ripresa, la superiorità numerica agevola il compito degli egiziani che segnano tre reti in venti minuti: protagonista Sherif che sblocca la partita al 53’ con uno scavetto su assist di Tawfik, e al 64’ si trasforma in uomo-assist per il raddoppio di Kafsha che manda il pallone all’incrocio dei pali.

Dieci minuti dopo il tris di Al Sulaya (ancora assist di uno strepitoso Sherif) che chiude definitivamente i giochi. Si tratta del terzo titolo nella competizione per l’allenatore Pitso Mosimane, che aveva già trionfato con lo stesso club nella scorsa edizione e nel 2016 con i sudafricani del Mamelodi Sundowns. Ora l’Al-Ahly si concentrerà sul campionato, dove punta a recuperare i dieci punti di svantaggio sullo Zamalek. I rivali cittadini del Cairo sono al primo posto ma hanno disputato quattro partite in più.

Champions League africana, l'Al-Ahly vince il decimo titolo

L’Egitto si conferma nazione egemone come numero di vittorie della Champions League africana (16). Molto più distaccate, seguono con 6 vittorie Tunisia, Repubblica Democratica del Congo e Marocco. Algeria e Camerun contano 5 successi, Ghana e Guinea con 3 mentre Nigeria, Sudafrica e Costa d’Avorio contano 2 vittorie. In fondo alla classifica per nazioni vincitrici del trofeo c’è il Congo con un successo. La competizione è stata vinta da 26 squadre, 11 delle quali sono diventate campione d’Africa per più di una volta.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui