Euro2024, ecco l’11 top e l’11 flop della prima giornata

0
Euro2024, ecco l’11 top e l’11 flop della prima giornata

Finita da poche ore la prima giornata della fase a gironi di Euro2024 con la vittoria in extremis del Portogallo sulla Repubblica Ceca, è il momento di andare ad analizzare gli 11 top e gli 11 flop di questo turno. 

A brillare sono stati tantissimi e scegliere il migliore 11 non è semplicissimo, però ecco quelli che forse meritano il posto più di altri colleghi. In porta Unai Simon della Spagna, perchè è stato uno dei pochissimi portieri oltre a Maignan, Pickford, Dubravka e Nita a mantenere la propria porta inviolata, parando però anche un calcio di rigore

In difesa lo schieramento è a 3. Dentro al primo posto Muldur della Turchia autore di un favoloso gol e una magistrale prova in copertura su Kvaratskhelia. Completano il reparto Carvajal che continua nel suo momento magico e Calafiori che, al netto di una sbavatura nel finale, si è ben comportato. 

jude-bellingham-nazionale-696x393-1 Euro2024, ecco l'11 top e l'11 flop della prima giornata
Bellingham, candidato al prossimo pallone d’oro, ha regalato con un grandissimo inserimento il successo al debutto contro la Serbia all’Inghilterra.

Centrocampo che vede poi moltissime stelle di primo livello e qualche sorpresa. Dentro infatti in un immaginaria linea a 4 Jude Bellingham, Fabian Ruiz, Aebisher e Barella. Sulla trequarti brillano poi i due talenti purissimi di Wirtz e Guler autori di due prove magnifiche. Il turco tra l’altro ha stabilito il record di più giovane debuttante in gol ad un Europeo.

In attacco va inserito Coincecao che entrato al 90′ è riuscito a regalare 3 punti al Portogallo rompendo il muro slovacco al 92′. Menzione d’onore per Wout Wergost che, subentrato dalla panchina, ha fatto lo stesso del portoghese regalando all’Olanda il successo nel complicato match contro la Polonia.

Ecco dunque la top 11: Unai Simon, Carvajal, Calafiori, Muldur, Aebisher, Barella, Fabian Ruiz, Bellingham, Guler, Wirtz, Coincecao. 

Euro2024, dopo l’11 top vediamo gli 11 flop della prima giornata

Molti sono stati poi anche i giocatori che hanno deluso le aspettative, incappando in prestazioni horror. In attesa di un pronto riscatto nelle restanti giornate dei gironi e magari nei match ad eliminazione diretta, vediamo i peggiori 11 di questo turno. 

In porta non si può non mettere il portiere dell’Ucraina e del Real Madrid, Lunin. Autore di molti interventi goffi e con almeno uno dei tre gol subiti sulla coscienza, vista anche la sua esperienza ci si aspettava molto di più.

Linea difensiva a 4, dove oltre a Porteous della Scozia, autore di una prova disastrosa macchiata anche da un rigore causato con conseguente rosso, a Wober e Hranac rispettivamente autori di due autoreti pesantissime che hanno portato alle sconfitte di Austria e Repubblica Ceca, c’è anche Dimarco.

L’esterno dell’Inter e dell’Italia ha iniziato regalando con una folle rimessa il vantaggio all’Albania e ha giocato tutto il match sottotono. Il match è poi stato ribaltato e l’errore dunque non ha avuto un peso ancor maggiore, ma resta comunque pesantissimo. 

Dimarco-1-696x449-2 Euro2024, ecco l'11 top e l'11 flop della prima giornata

A centrocampo in un immaginario duo troviamo in ordine: Mangala e McTominay. Il primo, decisivo nella sconfitta dei Diavoli Rossi con un errore in disimpegno, ha disputato una prova bruttissima. McTominay invece, come tutta la Scozia, è andato in difficoltà contro la furia agonistica dei padroni di casa della Germania.

Dalla trequarti in avanti poi troviamo nomi ancor più importanti, tra cui alcuni della Serie A, che hanno steccato al debutto. A far male sono stati infatti Leao, Kvaratskhelia, Lukaku e Dovbyk. Tutti responsabili delle sconfitte delle rispettive nazionali, eccetto Leao col Portogallo che ha vinto nonostante la sua prova opaca, sono chiamati ora a provare a rialzarsi

Ecco la flop11: Lunin; Wober, Porteous, Hranac, Dimarco; McTominay, Mangala; Leao, Kvaratskhelia, Lukacs, Dovbyk.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui