Mancini positivo al Covid: non ha sintomi ed è in isolamento

0

Mancini positivo al Covid: non ha sintomi ed è in isolamento. Secondo quanto riportato da Ansa, il Ct della nazionale è risultato positivo al Covid-19. L’ex tecnico dell’Inter è asintomatico ed in isolamento nella propria abitazione.

Mancini positivo al Covid: non ha sintomi ed è in isolamento

La Figc a riguardo ha scritto una nota sui propri canali ufficiali: “Nell’ambito dei controlli periodici effettuati dalla Figc per i componenti degli staff tecnici delle Nazionali in vista dei prossimi impegni nelle competizioni Uefa, il Ct Roberto Mancini è risultato positivo al Covid-19”Il comunicato aggiunge inoltre le attuali condizioni del Ct: “Del tutto asintomatico, nel rispetto delle disposizioni vigenti. Il tecnico degli Azzurri si è posto in isolamento fiduciario presso la propria abitazione a Roma. La Figc ha tempestivamente avvisato la Asl territorialmente competente. Il Ct potrà aggregarsi al raduno della Nazionale a Coverciano una volta completato il percorso previsto dalle norme e dai protocolli Uefa Return to play e Figc”. Il tecnico quindi salterà l’amichevole di mercoledì contro l’Estonia e le due gare di Nations League con Polonia e Bosnia.

Dalla polemica su Instagram alla positività al tampone

Proprio Mancini nelle scorse settimane era finito al centro di numerose polemiche. Dopo aver postato tra le sue storie Instagram, una vignetta satirica in cui un infermiere chiedeva come si fosse ammalato ad un paziente. Quest’ultimo rispondeva guardando i telegiornali. Un attacco volto a polemizzare la copertura che televisioni, giornali e media in generale hanno nei confronti della pandemia in corso. L’allenatore della nazionale però si è subito scusato affermando: “Ho solo condiviso una vignetta che mi è sembrata sdrammatizzare un momento complicato. Tutto qui. Non c’era alcun messaggio sottinteso e nessuna intenzione di mancare di rispetto ai malati e alle vittime di Covid-19, se così fosse me ne scuso”. Una notizia con una sfumatura quasi ironica, se non fosse così devastante questa pandemia.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui