Serie B, semifinali playoff: Chievo-Spezia termina 2-0

0

Contemporaneamente alla Champions League è andata in scena la prima semifinale playoff della Serie B tra Chievo e Spezia. La squadra clivense, che ha chiuso la regoular season al 6° posto, ha conquistato la semifinale grazie al risultato ottenuto nella partita dei quarti contro l’Empoli che ha concluso il campionato classificandosi nona. La partita era terminata 1-1 ma il miglior piazzamento in classifica ha premiato la squadra veronese. Lo Spezia invece si ritrova a giocare la semifinale in virtù del piazzamento al 3° posto in campionato, a – 7 punti dalla promozione diretta. 

Semifinali playoff, Chievo-Spezia: ai veronesi bastano 7 minuti

É servito poco tempo alla squadra di Aglietti per indirizzare la semifinale a suo favore. Al 2′, da un calcio d’angolo battuto da destra, Djordjevic regala il vantaggio alla sua squadra anticipando Ramos. Lo Spezia accusa il colpo e il Chievo al 9′ raddoppia con Segre che segna raccogliendo un bel cross di Obi. La risposta dei liguri non è quella che ci si aspetta, la squadra di Italo non ha mordente ed è solo grazie ad un fuorigioco di Djordjevic che non chiude il primo tempo sotto di tre reti. L’unica occasione degna di nota per lo Spezia arriva dai piedi di Ricci che impegna Semper da lontano.

La ripresa inizia con gli stessi ritmi del primo tempo fino al minuto 57 che potrebbe essere quello della svolta. Leverbe commette fallo su N’zola in area e l’arbitro Riccardo Ros assegna il calcio di rigore per lo Spezia. Ricci si incarica della battuta, ma Semper, dopo il rigore parato anche all’Empoli, si supera e nega la gioia del gol alla squadra avversaria, tenendo blindato il risultato. Nonostante l’occasione sprecata, nei minuti seguenti, lo Spezia cerca di riaprire la partita prima con un colpo di testa di N’zola che colpisce la traversa e poi con la rovesciata di Gyasi che termina alta. 

La partita continua senza particolari stravolgimenti fino al 90′ quando Morsay (Chievo), da fuori area, colpisce il palo. 

Con questo risultato il Chievo ha già un piede in finale e, salvo clamorosi ribaltoni, il ritorno della semifinale (che si giocherà l’11 Agosto alle ore 21:00) dovrebbe essere una pura formalità per stabilire chi sarà la prima squadra a giocarsi l’ultimo posto disponibile per la Serie A.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui