Serie C, il resoconto di Catania-Sorrento (0-1)

0

Il Sorrento si rivela la bestia nera del Catania vincendo al Massimino per 1-0 e conquistando così i tre punti importantissimi che gli consentono l’aggancio proprio agli etnei in classifica.

Serie C, il resoconto di Catania-Sorrento (0-1)
Credit, Catania Fc

Il resoconto di Catania-Sorrento (0-1)

Si gioca CataniaSorrento gara valida per la 17esima giornata del girone d’andata, in uno stadio “Angelo Massimino” deserto per decisione del prefetto di Catania in seguito agli scontri prima di Catania-Pescara.

Nel posticipo a porte chiuse, la partita tra Catania e Sorrento assume lo stesso clima surreale dello stadio, il silenzio assoluto degli spalti si ripercuote anche in campo.

Serie C, il resoconto di Catania-Sorrento (0-1)
Credit, Santina Sorbello

Poche rilevanti azioni in questo primo tempo: per i rossazzurri una al 14esimo su punizione di Chiricò, Castellini al centro dell’area, la gira male e il pallone finisce fuori; un’altra al 35esimo con Rocca che, su cross di Marsura, colpisce di testa ma Del Sorbo salva la porta sorrentina.

Per i campani invece, occasionissima al 33esimo: cross basso da sinistra di Loreto respinto male dalla difesa rossazzurra, il pallone arriva a Vitale che a pochi passi dal dischetto del rigore calcia altissimo.

Al 42esimo l’azione, ben costruita dal basso, che porta in vantaggio il Sorrento conclusa dai 40 metri dalla botta di De Francesco, nulla da fare per Bethers

Si va a riposo con gli etnei sotto di un gol e con un solo minuto di recupero.

Stesse formazioni nei secondi 45 minuti, sia per Lucarelli che per Maiuri. Il Sorrento è avanti di una rete con un Catania che appare stanco, affaticato e poco reattivo, consentendo agli ospiti di gestire bene il vantaggio.

Serie C, il resoconto di Catania-Sorrento (0-1)
Credit, Catania Fc

Doppio cambio per Lucarelli al 64esimo: fuori Marsura per Dubickas e Quaini per Chiarella. Pochi minuti dopo, entrano anche Zanellato e Bocic per Zammarini e De Luca

Anche in questo secondo tempo poche le azioni degne di nota. Una per i campani al 59esimo con un cross pericoloso di Tudisco allontanato in due tempi dalla difesa rossazzurra. 

Due chances per i catanesi: la prima al 62esimo dove Rocca si mangia il pareggio colpendo male a pochi passi dalla porta, su cross dalla destra di Rapisarda

La seconda al 74esimo ad opera di Chiricò che di mancino a giro sfiora di poco il palo.

Le prova tutte Lucarelli e al 78esimo inserisce Popovic per Rapisarda, ma neanche i cambi riescono a cambiare le sorti della partita.

Dopo cinque minuti di recupero gli etnei, nonostante gli sforzi, non riescono a pareggiare. Si conclude così il 2023 calcistico al Massimino con una clamorosa sconfitta contro un Sorrento preciso ed ordinato, che ha meritato di vincere. Tra soli cinque giorni, i rossazzurri sono attesi a Benevento per l’ultima giornata del girone di andata del campionato.

Queste le parole in sala stampa di Cristiano Lucarelli, che si sofferma con lucidità sul grande problema del Catania, il gol.

“Il problema più grande è il gol, inutile nasconderlo: nonostante ci proponiamo con tre attaccanti e mezzo non facciamo gol, questo ci fa sembrare più brutti e mette più pressione ai difensori e al portiere. Le squadre davanti a noi in classifica le vincono, queste gare, e noi ogni volta le perdiamo nonostante si crei, vedi le occasioni di Castellini e Rocca. L’essenza del calcio è fare gol e non subirlo e noi facciamo fatica. Dobbiamo cercare di andare a riscattare questa partita. Siamo bellini, siamo scolastici però poi bisogna segnare. Questa squadra non può giocare ogni tre giorni, è più grande di noi considerando la situazione attuale. Spero di recuperare tutti i giocatori, non ho mai avuto questa possibilità; sono qui a costruire una squadra che possa avere ambizioni, il Catania è una società giovane che esiste da un anno e mezzo e ci può stare che si possa fare fatica, siamo in un momento di costruzione: c’è un gruppo che ha vinto il campionato ma in C è tutto diverso.”

“Si cercherà di fare il massimo e coltivare ambizioni attraverso strade alternative e in ogni caso dobbiamo costruire. Nel processo di crescita è previsto che ci siano due giocatori di pari livello per ogni ruolo, altrimenti fai fatica a giocare tre partite in una settimana. Siamo pochi, corti, stanchi e infortunati. La mancanza del pubblico? Sicuramente sarebbe stata una partita diversa ma dobbiamo essere realisti, i difetti sono gli stessi; si può migliorare ma non si riesce in un mese. Dobbiamo spingere sull’acceleratore e realizzare una crescita esponenziale negli ultimi 5-6 mesi di campionato. Dobbiamo ripartire dall’orgoglio, succede così a chi perde in casa e così è stato per il Sorrento, dobbiamo pensare a chiudere bene l’anno per passare un sereno Natale, noi e i nostri tifosi. Le valutazioni non sono nemmeno difficili, le faremo da dopo Benevento com’è normale che sia; le idee sono belle chiare”.

Il tabellino

Catania-Sorrento 0-1

Marcatore: pt 42° De Francesco.

Catania (4-2-3-1): 1 Bethers; 5 Rapisarda (K) (33°st 20 Popovic), 2 Curado, 26 Lorenzini, 27 Castellini; 33 Zammarini (VK) (26°st 24 Bocic), 16 Quaini (19°st 31 Chiarella); 32 Chiricó, 8 Rocca, 77 Marsura (19°st 17 Dubickas); 7 De Luca (26°st 6 Zanellato). A disposizione: 22 Livieri; 11 Mazzotta, 3 Maffei; 15 Privitera, 19 Deli. Allenatore: Lucarelli.

Sorrento (4-3-3): 1 Del Sorbo; 2 Todisco (45°st 33 Vitiello), 9 Blondett, 6 Fusco (VK), 27 Loreto; 4 La Monica (K) (24°st 29 Messori), 15 De Francesco, 8 Cuccurullo (45°st 30 Bonavolontà); 11 Badje (33°st 10 Martignago), 91 Ravasio, 3 Vitale (24°st 19 Colombini). A disposizione: 22 D’Aniello, 59 Oliva; 26 Di Somma; 79 Caravaca; 76 Kone, 7 Scala. Allenatore: Maiuri.

Arbitro: Matteo Canci (Carrara).

Assistenti: Nicola Morea (Molfetta) e Vincenzo Abbinante (Bari).

Quarto ufficiale: Luca Tagliente (Brindisi).

Ammoniti: Lorenzini, Quaini, Popovic, Chiarella (C); Loreto, Martignago, Ravasio, Messori (S).

Recupero: pt 1’; st 5’.

Angoli: 6-0.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui