UFFICIALE – Torino, si riparte da Giampaolo

0

Moreno Longo non è più l’allenatore del Torino. Il giovane tecnico è subentrato a Walter Mazzarri poco prima che il campionato si interrompesse causa covid. La missione era semplice: salvare la squadra granata. Longo ci è riuscito ed ha pemesso al Torino di chiudere la classifica al 16° posto con 40 punti. Nonostante l’obiettivo centrato, il tecnino non è stato confermato anche perchè la sua squadra non ha mai convinto pienamente ne sul piano del gioco ne su quello identitario. Al suo posto, il presidente granata Urbano Cairo, con le sue parole, ha reso ufficiale l’approdo sulla panchina del Torino di Marco Giampaolo.

Il neo tecnico granata viene da una sfortunata parentesi rossonera durata solo 7 partite. Giampaolo prima di firmare per i granata si è recato a Casa Milan per risolvere il suo contratto. 

Torino, Cairo su Giampaolo:”Abbiamo preso un tecnico di qualità”

L’avventura di Giampaolo sulla panchina del Torino inizia con delle aspettative molto alte. Il presidente infatti ha dichiarato:“Sa insegnare calcio. Lo avevamo cercato anche in passato ma era sempre impegnato con altre squadre, quindi oggi non possiamo che essere soddisfatti perchè è un allenatore che fa giocare bene le prorpie squadre”. Subito sopo il pensiero di Cairo si è spostato sui tifosi. “Un messaggio ai tifosi? Noi non dobbiamo mandare messaggi, ma fare umilmente le cose che vanno fatte, cercando di fare le scelte migliori e tra queste c’è quella di Giampaolo”. Una volta presentato ufficialmente il tecnico, la società si getterà sul mercato per cercare di accontentarlo. “Faremo tutto il possibile per metterlo in condizioni di operare al meglio. Il mercato? Vediamo, step by step”. 

Giampaolo si legherà alla società granata con un contratto di due anni con opzione per la terza stagione ed ha un’idea ben precisa di quel che sarà il suo Torino. Si lavorerà sul 4-3-1-2. Potrebbe avere beneficio da questo cambio modulo Simone Verdi che fin’ora non ha reso secondo le aspettative. Arriveranno rinforzi sicuramente a centrocampo dove serviranno palleggiatori di qualità. Il tempo per preparare la nuova stagione non è tanto quindi occhio ai fedelissimi del tecnico che potrebbero raggingerlo sotto la mole.

 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui