Davide Lanzafame annuncia il ritiro dal calcio giocato

0

Una carriera tra alti e bassi, tra Italia e Ungheria e tra Serie A e Serie B. Il 9 Febbraio 2022 – nel giorno del suo compleanno – Davide Lanzafame ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato, all’età di 35 anni. Appesi “gli scarpini al chiodo”, il giovane torinese lascia così il rettangolo verde, pronto ad immergersi in nuove esperienze. Un percorso, quello calcistico, che avrebbe sicuramente regalato più soddisfazioni, dato che in maglia bianconera sembrava poter essere un nuovo talento e una possibile bandiera della società. Trovatosi però anche negli anni più “delicati” della Juventus, ha forse perso il treno più importante della sua vita di calciatore e attaccante.

Ritiro Lanzafame: dall’esordio con la Juventus ai trofei in Ungheria

Dall’esordio con la Juventus, in Serie B (nel 2006/2007) ai tanti prestiti che hanno caratterizzato la carriera di Lanzafame. L’ottimo rendimento con il Bari – in diverse stagioni – aveva messo in mostra le grandi qualità dell’attaccante classe ’87, pronto a prendersi un posto tra i “grandi” della società bianconera. Il debutto in Serie A con il Palermo e i primi gol, in massima serie, con il Parma, al fronte di 27 match disputati. Poi il ritorno, momentaneo, alla Juventus, con appena tre gettoni a disposizione, prima di partire per non tornare più a Torino.

I moltissimi viaggi lo hanno portato a girare in Italia, poi in Ungheria e, per qualche mese, persino in Turchia. Ma è con le compagini magiare che è stato valorizzato maggiormente, vincendo anche dei trofei. Tra Honvéd e Ferencváros, infatti, ha vinto due Campionati ungheresi (uno per parte) e una Magyar Kupa (con l’Honvéd), guadagnandosi anche il titolo di “Re di Budapest”.

https://www.youtube.com/watch?v=S0y8Tx6HJKk

Brevissima parentesi con l’Adana Demirspor – fatta di 12 presenze e un gol – prima di ritornare finalmente in Italia, accasandosi al Vicenza, in Serie B.

Il presente e l’annuncio del suo ritiro

Tornato in terra italiana nel Gennaio 2021, Davide Lanzafame ha collezionato – con il Vicenza – in circa una stagione (Gennaio-Giugno 2021 e 2021-Gennaio 2022) appena 16 presenze, con soli 3 gol fatti.

Una carriera che ha regalato emozioni contrastanti e che avrebbe potuto sicuramente donargli più occasioni, a volte non sfruttate e altre volte mai arrivate.

Così, dopo un intenso percorso da attaccante, all’età di 35 anni, Lanzafame appende gli scarpini al chiodo e annuncia il suo ritiro, non sapendo ancora cosa prevede il futuro per lui.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui