Le pagelle di Atalanta-Sporting Lisbona (1-1): la Dea qualificata agli ottavi di finale!

0

Termina con il risultato di 1-1 la partita valida per la 5° giornata della fase a gironi di Europa League tra Atalanta e Sporting Lisbona. Una gara fondamentale per le sorti del cammino europeo di entrambe, che grazie al pareggio, vede trionfare la Dea sicura ora del primo posto nel gruppo D. Ad aprire i giochi ci ha pensato il solito Scamacca autore del settimo gol stagionale con una forte conclusione da fuori area imparabile per Adán. I portoghesi vanno diverse volte vicino al pareggio prima con Gyökeres, poi con Pedro Gonçalves in serata decisamente negativa. Alla fine la rete del definitivo 1-1 è firmata dall’esterno inglese Edwards. Ecco le pagelle di Atalanta-Sporting Lisbona.

Le pagelle di Atalanta-Sporting Lisbona

Prima di riportare le pagelle dei protagonisti di Atalanta-Sporting Lisbona, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Michael Oliver 6 – Una partita caratterizzata da pochi errori quella del fischietto inglese. Prende subito il controllo dell’incontro utilizzando il “pugno duro” in diverse situazioni. Da rivedere invece, la gestione dei cartellini con qualche giallo di troppo a referto.

Pagelle Atalanta

Musso 6 – Neutralizza senza troppi problemi le conclusioni pericolose di Pedro Gonçalves e Edwards, ma è incolpevole sul gol del pareggio firmato dall’inglese.

Scalvini 5,5 – In gol nella gara d’andata, il giovane talento bergamasco soffre le scorribande offensive degli ospiti soprattutto nel secondo tempo. In difficoltà (87′ Bakker s.v.).

Djimsiti 5,5 – Inserito dall’inizio a comando della retroguardia nerazzurra, non riesce in marcatura a prendere le misure su Gyökeres soffrendo il duello fisico e in velocità contro l’attaccante svedese come nell’azione della rete dell’1-1 finale.

Kolasinac 6 – Mette a disposizione tutta la sua esperienza per arginare le sortite offensive avversarie dando solidità al reparto soprattutto nel momento di maggiore difficoltà della compagine lombarda. Il riacutizzarsi di un infortunio muscolare lo costringe al forfait (86′ Holm s.v.).

Hateboer 6 – Garantisce come sempre tanti chilometri sulla fascia facendosi trovare pronto sia in fase difensiva che offensiva. Sufficienza meritata in queste pagelle di Atalanta-Sporting Lisbona.

Ederson 6 – I suoi inserimenti senza palla in area di rigore servono a creare maggiore densità in area come nell’occasione che avrebbe potuto chiudere i conti sbagliata da Scamacca. A pochi secondi dal gol dell’1-1 va ad un passo dal raddoppio, ma il suo tiro termina di poco al lato.

de Roon 6 – “Fa legna” in mezzo al campo garantendo quantità sul terreno di gioco. Prezioso il suo contributo in copertura.

Ruggeri 6 – Ormai un punto fermo della rosa bergamasca, spinge tanto sulla sinistra non riuscendo però a mettere in mezzo traversoni invitanti. Nella ripresa si concentra maggiormente in marcatura su un cliente scomodo del calibro di Edwards.

Koopmeiners 6,5 – Un regista aggiunto in mezzo al campo, l’olandese mette in mostra le sue grandi doti tecniche come dimostrato dal splendido assist per la rete del momentaneo vantaggio atalantino firmato da Scamacca. Esce dal rettangolo di gioco soltanto per un’incomprensione dello staff tecnico (69′ Miranchuk 6 – Inserito a sorpresa dalla panchina, il trequartista russo prova subito a dare prova del suo mancino con un paio di conclusioni che però non impensieriscono Adán).

Scamacca 6,5 – Grande protagonista dell’incontro, il centravanti nazionale si vede -giustamente- annullare dal VAR il gol dell’1-0 per offside, riuscendo poi a sfuggire alla trappola del fuorigioco con una conclusione dalla distanza che beffa Adán. Nella ripresa ha l’opportunità di chiudere i giochi, ma la spreca clamorosamente (64′ Muriel 5,5 – L’ingresso del colombiano serve a dare maggiore imprevedibilità e vivacità all’attacco. Compito non del tutto rispettato).

Lookman 5,5 – Svaria per tutto il fronte offensivo senza però mai rendersi pericoloso per la retroguardia biancoverde. Non ripete l’ottima prestazione vista contro il Napoli (64′ Pasalic 5,5 – Una mezz’ora scarsa di gioco per il croato incapace però di dare il giusto apporto in avanti alla ricerca della vittoria).

Allenatore: Gian Piero Gasperini 6,5 – Non è l’Atalanta spettacolare che siamo abituati a vedere, ma è una squadra pronta anche a rintanarsi in difesa e a soffrire pur di portare a casa un risultato prezioso. Gli avversari giocano a uomo mettendo alle corde i padroni di casa costretti quindi a puntare sulla fase difensiva per conservare il pareggio. I cambi nella ripresa non portano i risultati sperati, ma il pass diretto per gli ottavi di finale è strappato!

Le pagelle di Atalanta-Sporting Lisbona (1-1): la Dea qualificata agli ottavi di finale!

Pagelle Sporting Lisbona

Adán 5,5 – Protagonista di alcuni interventi non di difficile portata, viene beffato inaspettatamente e con qualche colpa dalla potente conclusione di Scamacca.

St. Juste 6,5 – Soprattutto nella prima frazione si sovrappone spesso in avanti da buon braccetto di difesa. Riesce a contenere molto bene un cliente scomodo del calibro di Lookman (81′ Coates s.v.).

Diomande 6,5 – Prima in marcatura su Scamacca e nell’ultima mezz’ora contro un fresco Muriel, il centrale transalpino non si fa trovare impreparato contenendo bene i due centravanti avversari. Al centro della retroguardia biancoverde garantisce solidità e sicurezza.

Inácio 5,5 – Complice il giallo ricevuto ad inizio gara, la prestazione del giovane talento portoghese non convince del tutto. Soffre la fisicità di Scamacca nei primi 45′, mentre è in crescita la sua prova nel secondo tempo.

Esgaio 5,5 – Impegnato nel contenere le galoppate di Ruggeri dalla sua zona di campo, si fa vedere poco quanto niente sul fronte offensivo (46′ Catamo 6,5 – Il classe 2001 garantisce subito tanta imprevedibilità grazie alla sua agilità e bravura nel puntare e saltare l’uomo. Regala ai suoi palloni invitanti non sfruttati però a dovere).

Hjulmand 6 – L’ex centrocampista del Lecce è protagonista di una prova priva di sbavature. Garantisce ordine e sicurezza in mezzo al campo (78′ Nuno Santos s.v.).

Morita 6,5 – Il giocatore con più qualità del centrocampista dei Leoes, detta alla grande i tempi di gioco servendo con precisione e passaggi invitanti i suoi compagni di squadra.

Reis 6 – Meno nel vivo in fase avanzata, si concentra di più in copertura per arginare le sortite offensive dei padroni di casa. Sufficienza meritata in queste pagelle di Atalanta-Sporting Lisbona.

Trincao 5 – Un pesce fuor d’acqua questa sera, l’ex esterno del Barcellona non riesce mai ad entrare in partita nel corso dei primi 45′ (46′ Edwards 7 – A pochi minuti dal suo ingresso in campo ha subito la palla del pareggio ribattuta però da Musso. Il prodotto del vivaio del Tottenham, però, non si fa trovare impreparato davanti alla porta dopo la bella triangolazione con Gyökeres).

Gyökeres 6,5 – L’uomo più pericoloso questa sera tra le fila lusitane, l’attaccante svedese sgomita contro la difesa nerazzurra mettendo a dura prova Djimisiti. Va vicinissimo al suo decimo centro stagionale, ma il suo tiro dopo grande azione personale termina sul palo esterno. Veste i panni dell’assist-man in occasione del gol del definitivo pareggio.

Pedro Gonçalves 5 – Il calciatore di maggior talento nella rosa dello Sporting, il n° 8 prova a svariare per il fronte d’attacco per non dare punti di riferimento agli avversari, ma con scarsi risultati. Sul finire di prima frazione ha la grande chance di riequilibrare il punteggio, ma sbaglia clamorosamente a tu per tu con Musso. Sfortunato nella ripresa con una conclusione stampata per ben due volte sul palo, ha tra i piedi una nuova grande occasione per portare i suoi in vantaggio, ma prosegue la sua serata negativa.

Allenatore: Ruben Amorim 6,5 – Squadra giovane, talentuosa e che gioca un calcio propositivo e all’attacco, il suo Sporting mette alle corde una rivale alla pari come l’Atalanta, ma non basta per strappare i tre punti al Gewiss Stadium. Troppe le occasioni sprecate per i lusitani chiamati ora a consolidare il secondo posto nell’ultima giornata. Chiunque incontrerà i biancoverdi ai playoff non avrà vita facile!

Le pagelle di Atalanta-Sporting Lisbona (1-1): la Dea qualificata agli ottavi di finale!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui