Milan, chi è Juan Miranda: dalla Cantera del Barcellona ad oggi

0
Milan, chi è Juan Miranda: dalla Cantera del Barcellona ad oggi

In un momento piuttosto complicato come quello che sta vivendo la società rossonera del Milan si starebbe cercando in tutti i modi di risolvere i numerosi problemi di campo e non solo, soprattutto grazie all’apporto delle strategie di mercato: in questo senso, proprio nella sessione invernale di gennaio che sta per entrare nel vivo il club del presidente Paolo Scaroni potebbe ingaggiare dal campionato spagnolo de LaLiga un profilo molto giovane ed interessante, ossia quello dell’attuale numero 3 del Real Betis Juan Miranda per rafforzare la fascia difensiva di sinistra, attualmente soltanto coperta dal numero 19 Theo Hernandez e all’evenienza dal prospetto della Primavera, Davide Bartesaghi.

Seguito in passato da altre realtà del calcio europeo, in particolare modo dall’Italia anche la Juventus ha chiesto informazioni, il ragazzo classe 2000 sarebbe un ulteriore capolavoro della grande società rossonera, capace di acquisire il cartellino di giovani talenti a prezzi più che stracciati per assicurarsi un futuro redditizio sia in campo che in materia economica e di plusvalenze. Di fatto, Juan Miranda, che è in scadenza di contratto con il Real Betis al prossimo 30 giugno 2024, starebbe raggiungendo un accordo con il Milan per trasferirsi nel Bel Paese già da gennaio a cifre più che ridotte. Ma invece di soffermarci su numeri di calciomercato ed ipotesi, andiamo ad analizzare quella che è la scheda completa del calciatore spagnolo.

Una crescita da predestinato per Juan Miranda: dal Barcellona all’idea Milan

I primissimi calci al pallone del terzino sinistro classe 2000 Juan Miranda sono stati dati nella scuola calcio locale della città nativa, Olivares. Gli osservatori del Real Betis, tuttavia, avevano adocchiato fin da subito le qualità del giovanissimo spagnolo, andando a metterlo sotto contratto dall’età di 10 anni. Il primo vero e proprio approccio al “calcio che conta”, però, è stato compiuto nella stagione 2013/14. Quella in cui il numero 3 si trasferisce nell’accademia del Barcellona, decisamente una delle più rinomate al mondo. La cosiddetta “Cantera” dei Blaugrana non accoglie chiunque, e da lì a poco si sarebbe decisamente capito.

rB8ApF1eNTOACNbdAAD-DA2wsJM820.jpg Milan, chi è Juan Miranda: dalla Cantera del Barcellona ad oggi
Juan Miranda, giovanili Barcellona

Juan Miranda si è destreggiato lungo tutta la trafila giovanile risultando uno dei profili più interessanti in assoluto. Con la Primavera del club catalano il terzino, e all’occorrenza esterno sinistro, ha conquistato il suo secondo trofeo in assoluto. Protagonista nel torneo, infatti, il classe 2000 ha alzato al cielo assieme ai suoi compagni il titolo della Youth League valevole per la stagione 2017/18. Il cammino verso la finale contro il temutissimo Chelsea lo ha sempre visto in campo per novanta minuti dalla prima all’ultima partita. Eccezione fatta per il duplice scontro in rapida successione andata e ritorno dei gironi contro l’Olympiacos saltato per infortunio.

Perché si parla di secondo trofeo e non di primo? C’è da considerare che Juan Miranda è stato anche capace di esordire molto giovane con la casacca della propria Nazionale. Convocato già nell’Under 17 delle Furie Rosse, il ragazzo ha compiuto una bellissima impresa, quella relativa alla vittoria dell’Europeo, per l’appunto della categoria Under 17. Anche in questo caso giocando con regolarità dal primo all’ultimo minuto e regalando anche 1 assist ai propri compagni nei quarti di finale contro la Francia.

Trafila fino alla prima squadra del Barcellona: poi, la cessione in prestito

Il successo nel campionato d’Europa con la Spagna ha avuto poi modo di essere bissato anche con la formazione Under 19. Fino all’Under 23 del tecnico Luis De La Fuente il ragazzo ha fatto vedere grandi cose, totalizzando dal 2017 sessantatré presenze e persino 10 reti. Tornando a parlare di club e della crescita giovanile del forte e promettente terzino Juan Miranda, il classe 2000 ha meritato l’anticipato ingresso tra i convocati della prima squadra del Barcellona il 12 agosto del 2018, nella sfida di Supercoppa spagnola contro il Siviglia, vinta per 2-1 dai Blaugrana.

juan-miranda-barcelona-tottenham_1ujog7s0jegrz1ashpbd7sder1 Milan, chi è Juan Miranda: dalla Cantera del Barcellona ad oggi
Juan Miranda, Barcellona-Tottenham 1-1

In quel frangente solo panchina per il talento, ma l’esordio ufficiale in campo non ha esitato molto ad arrivare. Il 31 ottobre del medesimo anno il numero 3 gioca per tutti e novanta i minuti in Coppa del Re contro il CyD Leonesa. Nessun gol o assist per lui, ma sicuramente un ricordo dolce, oltre alla vittoria per 0-1 in trasferta. Qualche settimana più tardi, l’11 dicembre 2018, Juan Miranda ha anche avuto modo di debuttare in Champions League.

A qualificazione ormai ipotecata l’allora tecnico degli spagnoli Ernesto Valverde ha deciso di porgli la fascia sinistra dal primo all’ultimo minuto nel pareggio interno per 1-1 contro il Tottenham. Al termine di una stagione, quella 2018/19, che ha visto il nativo di Olivares scendere in campo con il Barcellona un totale di 4 volte, si è affacciato un club estero. In particolar modo si è avanzato l’interesse da parte dello Schalke 04 di ingaggiare in prestito il promettente calciatore difensivo e di strappo. Così, il 30 agosto del 2019 il ragazzo cresciuto dalla “Cantera” si trasferisce a titolo momentaneo in Bundesliga. Andando a compiere una nuovissima esperienza.

Sfortuna in Germania, rinascita in Spagna: Juan Miranda avvicina il Milan

L’anno in prestito in Germania non è andato come previsto per il giovane talento strappato al Barcellona, Juan Miranda. Molto probabilmente lo spagnolo sperava di poter accrescere il numero di minuti in campo dopo aver lasciato la base operativa dei Blaugrana. Ma così non si è dimostrato essere, solcando il terreno di gioco in Bundesliga con lo Schalke 04, per lo più dalla panchina, in sole 12 occasioni in tutto l’anno sportivo. Nell’unica presenza messa a referto in Coppa di Germania il classe 2000 ha inanellato il solo assist registrato in stagione. Arrivato in data 4 marzo 2020 contro l’Hertha Berlino.

EMKWM2fXsAgpNEa Milan, chi è Juan Miranda: dalla Cantera del Barcellona ad oggi
Juan Miranda, Schalke 04

Le poche chance che gli sono state concesse, poi, hanno conciliato con una dose di sfortuna piuttosto alta. Per circa un mese e mezzo Juan Miranda è stato costretto a rimanere fuori addirittura dalla lista dei convocati per via di un infortunio al polpaccio. Rientrato dal prestito nella squadra che lo ha cresciuto, il Barcellona, il terzino sinistro si è immediatamente ristabilito in prestito altrove. Questa volta, però, rimanendo sempre in Spagna, nel campionato amico de LaLiga, alla corte di un Real Betis interessato al potenziale del giocatore.

Nell’estate del 2021 ha avuto luogo l’ufficiale passaggio definitivo dai Blaugrana ai biancoverdi. Le ultime tre stagioni e mezzo di Juan Miranda in Spagna sono stati talmente redditizie che una squadra dalla grande caratura come il Milan si è praticamente decisa ad ingaggiarlo. Con il Real Betis il numero 3 ha registrato un bottino di 6 gol e 11 assist in novantadue presenze. A livello di trofei c’è stato anche modo di vincere il primo titolo da quando è un giocatore professionista a tutto tondo: la Coppa Spagnola della stagione 2021/22.

Juan Miranda sprigiona talento: il Milan se ne innamora

Aldilà dei numeri, della leggera sfortuna trovata durante il percorso di crescita e, allo stesso tempo, delle immense gioie raccolte già in età giovanissima, il terzino sinistro del Real Betis Juan Miranda si è dimostrato all’altezza di un club forte e blasonato come quello del Milan: al momento sempre più vicino dal chiudere a gennaio le trattative per il ragazzo con la società spagnola dei biancoverdi. I punti di forza del campioncino in maglia numero 3 sono molteplici. Uno tra questi risulta essere il grado di concentrazione in campo sempre molto più alto della media. Tende, quindi, a spigionare giocate di pura qualità intellettuale che, a volte, fanno la differenza.

juan-miranda Milan, chi è Juan Miranda: dalla Cantera del Barcellona ad oggi

Da buon laterale difensivo, poi, Juan Miranda ha accresciuto sempre di più le proprie caratteristiche da marcatore a uomo. Posizionamento e chiusura degli spazi sugli attaccanti avversari, così come contrasto e determinazione sono imprescindibili per lo spagnolo. Valutando, infine, che in passato ha anche ricoperto il ruolo da esterno, ecco che si mettono in risalto ulteriori qualità. Il piede sinistro, il suo preferito, è in grado di battere delle punizioni ben forti e precise.

Così come di mettere cross in mezzo telecomandati e sprigionare conclusioni dalla distanza quasi mai semplici da ribattere per i portieri. Insomma, al Milan approderebbe con la “scusa” di assistere e dare il ricambio sulla fascia difensiva sinistra a Theo Hernandez. Ma occhio a Juan Miranda. Perché può essere in grado di far ricredere alcune gerarchie nella rosa del mister parmigiano Stefano Pioli. Che sia da subito a gennaio o completamente a parametro zero il prossimo giugno 2024, i rossoneri non dovranno commettere l’errore di lasciarsi scappare un talento del suo calibro.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui