Serie D, il resoconto di Catania-Polisportiva Santa Maria del Cilento (2-0)

0

Chiude in bellezza il suo cammino casalingo il Catania battendo la Polisportiva Santa Maria del Cilento per 2-0, unica squadra che ad oggi è riuscita a battere l’armata etnea in questo campionato di Serie D ed ha anche conquistato la salvezza da poche giornate. Questo il nostro resoconto di Catania-Santa Maria Cilento.

Il resoconto di Catania-Polisportiva Santa Maria (2-0)

Ultima partita casalinga del Catania contro la Polisportiva Santa Maria, la squadra etnea è accompagnata dal tifo stratosferico del Massimino a pieno carico in ogni singolo settore. Presente oggi anche il Presidente Rosario Pelligra e Mark Bresciano che sarà parte integrante della gestione societaria della prossima stagione calcistica ai piedi del vulcano.

Serie D, il resoconto di Catania-Polisportiva Santa Maria del Cilento (2-0)
Foto Davide De Maida

Ad accogliere l’ingresso in campo del Catania, la Polisportiva che ha fatto da ali alla squadra padrone di casa insieme a tutti i tifosi catanesi in unico grande applauso e uno spettacolo di cori, luci e fumogeni rossazzurri che hanno invaso il Massimino.

Calcio d’inizio con qualche minuto di ritardo, da subito il Catania padrone del campo, osserva la Polisportiva tentando di prendere le misure ai padroni di casa.

Al primo minuto di gioco grande occasione per Ciccio Lodi con un gran tiro che per un soffio non porta la squadra in vantaggio.

Catania agguerrito nel primo quarto d’ora di gioco ma la Polisportiva tiene perfettamente il campo e i ritmi dei vulcanici etnei.

Gran possesso palla della squadra di Ferraro che va vicina al gol con Andrea Russotto ma Cannizzaro respinge in corner.

Al 44esimo ci prova dalla distanza l’ex di turno, Mattia Vitale, con un gran tiro ma non cambia il risultato.

Nel corso dell’unico minuto di recupero, da calcio d’angolo Lodi trova la testa di Sarao che non sbaglia e insacca in rete.

Serie D, il resoconto di Catania-Polisportiva Santa Maria del Cilento (2-0)
Foto Davide De Maida

Si va negli spogliatoi con il risultato di 1-0 per il Catania. 

Nella ripresa Russotto prova a raddoppiare subito ma il pallone passa alto di poco sopra la traversa. 

Entra Palermo per Ciccio Lodi, poi Giovinco per De Luca. Mister Ferraro vuole dare velocità alla squadra.

Ancora da calcio d’angolo il raddoppio del Catania: pallone che rimbalza in area di rigore, Palermo tira in porta, Cannizzaro respinge e Francesco Rapisarda manda in rete al 62esimo. 

Ci prova la Polisportiva ad accorciare le distanze ma sono sempre i padroni di casa ad essere pericolosi con Russotto che fallisce clamorosamente a porta vuota.

Al 74esimo il Catania cerca il terzo gol con un tentativo di Rapisarda respinto dal portiere della Polisportiva su cui stava arrivando anche Sarao.

Esce Russotto per lasciare spazio a De Respinis per gli ultimi minuti di gioco.

Serie D, il resoconto di Catania-Polisportiva Santa Maria del Cilento (2-0)
Foto Davide De Maida

Al 90esimo ci riprova Mattia Vitale a pochi passi dalla porta ma il tentativo finisce sul fondo.

Finisce la partita allo stadio Angelo Massimino, adesso si lascia spazio ai festeggiamenti davanti i propri tifosi di una stagione da incorniciare sotto tutti gli aspetti sia sportivi che di presenza di pubblico sia in trasferta che in casa.

Domenica prossima il Catania andrà a Trapani per incontrare la squadra di mister Alfio Torrisi terza in classifica che oggi ha pareggiato in rimonta contro la Vibonese in trasferta. Questo è tutto sul nostro resoconto di Catania-Polisportiva Santa Maria.

Tabellino

CATANIA (4-3-3): Bethers; Rapisarda, Castellini, Lorenzini, Boccia, Rizzo, Lodi (61′ Palermo) , Vitale; De Luca (61′ Giovinco), Sarao, Russotto (78′ De Respinis). A disposizione: Groaz, Pedicone, Di Grazia, Buffa, Baldassar, Forchignone.

Allenatore: Giovanni Ferraro.

SANTA MARIA CILENTO (4-4-2): Cannizzaro; Coulibaly, Diop, Campanella (78′ Di Cristina), Ferrigno (78′ Ielo); De Marco, Mancini, Ventura (60′ De Leonardis), Catalano; Tandara, Johnson. A disposizione: Fezza, Ferrante, , Morlando, D’Auria, Tiberio, Gaeta.

Allenatore: Francesco Di Gaetano.

ARBITRO: Stefano Peletti della sezione di Crema.

ASSISTENTI: Nicolò Pasquini della sezione di Genova e Simone Mino della sezione di La Spezia.

RETI: 45+1′ Sarao (CT), 62′ Rapisarda (CT).

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui