Atalanta, il ds Sartori: “Papu, Ilicic e Zapata i tre tenori. Su Barrow…”

0

Il direttore sportivo dell’Atalanta, Giovanni Sartori è stato ospite di Sky Sport dove ha parlato del mercato orobico.

Giunto ormai alla 14esima puntata de “Il calciomercato che verrà”, Luca Marchetti e Gianluca Di Marzio hanno ospitato Giovanni Sartori, direttore sportivo dell’Atalanta. La squadra di Bergamo è una sorpresa degli ultimi anni, con un mercato estivo ed invernale da non sottovalutare. Che sia merito del direttore Sartori? Su Sky Sport, i colleghi esperti di calciomercato l’hanno punzecchiato sotto ogni profilo.

“Non riesco a pensare di non andare in giro per stadi – ha esordito Sartori -, di non muovermi, di non andare a seguire i giocatori dal vivo. A Bergamo la situazione è stata drammatica, forse all’inizio perché presi da campionato e Champions ci abbiamo fatto meno caso”. Per quanto riguarda la società di cui è direttore sportivo: “Siamo una delle poche società italiane con stadio di proprietà, abbiamo venduto tanto, ma abbiamo investito tanto. Non è vero che se arriva l’offerta giusta l’Atalanta vende”.

Gomez, Ilicic e Zapata: i big dell’Atalanta di Sartori

Tre nomi, una garanzia. Gomez, Ilicic e Duvan Zapata sono i perni di quest’Atalanta che sta regalando gioie e sogni a tutti i tifosi orobici. Alte vette in Serie A, Champions League disputata fino alla fine, la preoccupazione che qualcuno possa mettere le mani sui gioiellini della squadra, è tanta. A tal proposito, il direttore sportivo Sartori dice: “Qualcuno li ha chiamati i tre tenori, credo che resteranno a Bergamo per un po’ di tempo. Oggi all’Atalanta vengono tutti volentieri, siamo sulla bocca di tutti per i risultati e per quello che stiamo facendo”.

Sulle cessioni, invece, in particolare su Kulusevski e Barrow dice: “Questo dimostra come si sia alzato il livello dell’Atalanta. Vedere Barrow, oggi uno dei migliori al Bologna, non aveva spazio da noi e abbiamo preferito sacrificarlo per una cessione. Ora abbiamo investito su Czyborra e Sutalo, giovani che speriamo possano fare una strada importante”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui