Callejon: un signore del calcio

0

Direttamente dall’Andalusia, un uomo pacato, composto, l’amico sempre concentrato, di cui ti puoi fidare. Quello che non beve per accompagnarti a casa quando fai tardi. È lui, José Maria Callejon, nato trentatre anni fa a Motril, è lui il ragazzo in lacrime la notte del trionfo del Napoli di Gattuso.

Di Callejon ricorderemo gli 80 gol in oltre 300 presenze in azzurro, la capacità di coprire tutta la fascia, di interpretare un ruolo come pochi ancora sanno fare. Napoli lo ha acclamato, amato e con lui gli allenatori che hanno occupato la panchina partenopea. Di Callejon nessuno poteva farne a meno, in principio fu Benitez, colpito da quel ragazzo che lo Special One, José Mourinho, aveva fatto giocare un po’ ovunque negli anni al Real Madrid, a volte terzino e all’occorrenza anche interno di centrocampo, in seguito Ancelotti e alla fine Gattuso.

Un signore del calcio, con pochi trofei a Napoli, ma il più bello, il terzo insieme, conquistato la sera del 17 giugno contro la Juventus, con il pianto liberatorio, simbolo di una stagione tormentata, fatta di critiche, di un accordo mancato per il rinnovo dopo sette anni insieme.

Napoli e Callejon: una storia d’amore (forse) al capolinea

Il ragazzo di Motril ha trovato poi l’accordo per giocare gratis fino al 31 agosto. Lo doveva a Napoli, ma lo doveva anche a se stesso, alla città che lo ha adottato, al popolo con cui ha gioito e alla curva con cui hai esultato. Altri due mesi insieme, come moglie e marito che nonostante litighino dicono al figlio preoccupato che andrà tutto bene.

Due mesi per imparare a dirsi addio, con tante squadre alla finestra che aspettano il ragazzo tutto fare a braccia aperte. Una storia d’amore che continua anche se per poco.

Callejon è cosi, dopo un passato così bello, il futuro non sarà mai come lui.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui