Lazio, Immobile in quarantena

0
Lazio, Immobile in quarantena

Il centravanti, nonché capitano, della Lazio, Ciro Immobile resterà in quarantena fiduciaria a causa del tampone positivo della moglie Jessica. L’attaccante della nazionale quindi si è sottoposto a tampone ma il risultato è stato fortunatamente negativo e si è subito isolato dalla compagna. Mercoledì saranno 7 i giorni di quarantena e quindi potrebbe essere arruolabile ugualmente per la trasferta di Venezia, salvo ovviamente prossimo tampone negativo.

Nel caso quindi possa essere aggregato alla squadra in extremis, difficilmente Ciro Immobile, dopo la quarantena, scenderà in campo da titolare dato che non si allena con la Lazio da ormai più di una settimana. Il centravanti è stato infatti il grande assente dell’ultimo match di campionato dei biancocelesti vinto per 3-1 grazie alle reti di Pedro, Acerbi e Zaccagni.

Lazio, Immobile in quarantena

Ciro Immobile dovrà quindi per forza di cose rispettare la quarantena fiduciaria. Il lato positivo è che però per i vaccinati hanno bisogno di una quarantena di soli 7 giorni ed è per questo motivo che potrebbe essere arruolabile. Bisognerà vedere però se il calciatore riuscirà a partire con la squadra il giorno prima o se riuscirà in qualche modo a raggiungere i compagni il giorno della gara.

Intanto però contro il Genoa è arrivata la prima vittoria in campionato senza Immobile. Non accadeva da 2 anni. Segnale questo che la squadra sta pian piano trovando la quadratura del cerchio anche se in maniera altalenante. Il tecnico Maurizio Sarri, proprio per dare continuità di risultati alla squadra, proverà in tutti i modi a scassinare la difesa veneziana che fino a questo momento non sta sfigurando nel massimo campionato italiano.

Lazio-3eab60e4-1dbf-4d09-a473-84d6ee7bd1ba Lazio, Immobile in quarantena

Venezia-Lazio, chi al posto di Immobile

Ancora una volta Muriqi siederà in panchina. L’allenatore sembra aver perso totalmente le speranze e la fiducia nel kosovaro che a gennaio, a meno di clamorosi dietrofront, tornerà al Fenerbache. Per questo motivo ancora una volta, come già successo pochi giorni fa all’Olimpico contro il Genoa, agirà Felipe Anderson come Falso nueve.

Il brasiliano ha dimostrato di sapersi muovere bene in quella zona del campo nonostante non abbia mai avuto molta dimestichezza. Non dimentichiamo però che Sarri è riuscito a trasformare un esterno pure come Mertens in una punta centrale devastante. Il brasiliano potrebbe quindi sfruttare questa momentanea assenza di Ciro Immobile a causa della quarantena per fare un po’ di esperienza in quella zona del campo.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui