Coppa d’Africa, è scandalo: la follia dell’arbitro Sikazwe

0

La partita tra Tunisia e Mali valevole per il primo turno della Coppa d’Africa 2022 finisce con un vero e proprio scandalo. L’arbitro ha completamente perso il controllo negli ultimi minuti di gara. Al minuto 85 è avvenuta la prima delle stranezze che hanno fatto si che in questa partita di Coppa d’Africa si parlasse di scandalo. A 5 minuti dal termine infatti il direttore di gara ha fischiato, senza nessun motivo plausibile, la fine della partita.

Ovviamente tutta la panchina della Tunisia, in svantaggio per ‘1-0, ha esplicitamente protestato contro la direzione arbitrale. Resosi conto dell’errore l’arbitro ha quindi ritenuto opportuno continuare a giocare per gli ultimi 5 minuti questa partita ma è solo l’inizio dello scandalo di questo primo match del Girone F di Coppa d’Africa.

Scandalo Coppa d’Africa: si rientra in campo dopo il triplice fischio

Subito dopo aver ripreso la partita ecco che l’arbitro commette il secondo grave errore di giornata. Espulso Tourè del Mali per un fallo che in realtà il Var aveva dichiarato non da rosso. Si rivedono le immagini ma l’arbitro, incredibilmente, conferma la sua decisione. Fatto sta che si perdono alcuni minuti di gara e si arriva quasi al 90, precisamente al minuto 89 e 50 secondi. Importante precisare il tempo di gioco perché è qui che l’arbitro commette il più grave degli errori, fischia di nuovo la fine della gara con 10 secondi di anticipo e senza attendere il recupero.

Di nuovo ovviamente seguono le proteste da parte dei giocatori e dello staff tunisino mentre il Mali festeggia la vittoria. Nonostante la stranezza però la partita sembrerebbe davvero essere finita, tanto è vero che anche la telecronaca locale aveva terminato il collegamento. Dopo circa 30 minuti dal triplice fischio però, assurdamente, l’arbitro richiama i 22 in campo per giocare i 3 minuti di recupero precedentemente non calcolati. Questa volta il direttore di gara l’ha combinata davvero grossa e difficilmente lo si vedrà ancora in Coppa d’Africa dopo questo scandalo.

Coppa d'Africa, è scandalo: la follia dell'arbitro Sikazwe

 

Tunisia-Mali 0-1

Per dover di cronaca bisogna dire che il Mali ha portato comunque a casa 3 punti molto importanti in chiave qualificazione contro temibili avversari. Le due compagini sono nel Girone F in compagnia di Gambia e Mauritania. La partita di oggi era quindi quella più complicata, almeno sulla carta. In attesa quindi proprio del risultato derivante dall’altra partita, il Mali può godersi questo primato solitario grazie al rigore trasformato da Kone al minuto 48, proprio all’inizio della seconda frazione di gara.

Il Mali però deve anche ringraziare il suo portiere. Mounkoro, numero 1 del Mali, è riuscito infatti a neutralizzare il tiro dal dischetto di Khazri al minuto 77 regalando di fatto la vittoria alla sua squadra nonostante tutto il coinvolgimento dell’arbitro e di questo incredibile scandalo di Coppa d’Africa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui