Guai per la Juventus, anche Bernardeschi si ferma per infortunio

0

Dopo l’infortunio di Dybala la Juventus perde anche Federico Bernardeschi che nel post partita tra Italia e Irlanda del Nord ha riportato una lesione di basso grado a carico del muscolo ileopsoas di destra e nuovi controlli verranno effettuati tra 10 giorni.

Da anni ormai gli impegni delle nazionali diventano sempre più pressanti per i giocatori e la loro forma fisica ne risente. Questa volta, tra la partita con la Svizzera e la sciagurata gara di Belfast l’Italia ha perso tanti pezzi. 

Juventus, infortunio Bernardeschi: quali partite salterà

La società ha previsto nuovi esami tra circa 10 giorni. Salterà dunque l’impegno all’Olimpico contro la Lazio e quello di Champions League contro il Chelsea. Due gare davvero delicate dove mister Max Allegri dovrà provare a cambiare rotta. Il match con la Lazio sarà infatti un crocevia importante per la stagione della Juventus. Al momento entrambe le compagini puntano alla zona Champions e sarà per questo un vero e proprio scontro diretto.

Probabilmente però l’infortunio di Federico Bernardeschi costringerà proprio l’esterno offensivo a saltare anche la gara con l’Atalanta del prossimo 27 novembre. Più probabile quindi che il suo rientro avvenga contro la Salernitana del turno infrasettimanale dopo la sfida con l’Atalanta.

Bernardeschi specchio della Juventus si quest’anno

Il calciatore ex Fiorentina sembra infatti lo specchio di questa Juventus, scialba, poco aggressiva e poco incisiva. Tra Maurizio Sarri e Andrea Pirlo Federico Bernardeschi non ha mai goduto di ottima fiducia. Ad inizio anno però si pensava ad un cambio di rotta con il tecnico Max Allegri che ha saputo valorizzarlo anni or sono nella miglior stagione bianconera di Bernardeschi. 

Ciò però non è avvenuto, o almeno non ancora. Certo il minutaggio è aumentato ma le statistiche parlano chiaro, 0 reti in 12 presenze stagionali. La Juventus quindi dovrà trovare soluzioni alternative per sfidare la Lazio proprio di Maurizio Sarri senza Paulo Dybala e senza Federico Bernardeschi, persi per infortunio.

Guai per la Juventus, anche Bernardeschi si ferma per infortunio

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui