L’Italia corre ai ripari, Mancini pensa a Luiz Felipe per la difesa

0
Luiz Felipe

Il CT dell’Italia Roberto Mancini starebbe pensando a dei nuovi giocatore da portare con sé nelle delicate sfide Play Off per giocarsi la qualificazione ai Mondiali in Qatar del prossimo anno, tra questi ci sono due oriundi su tutti, Joao Pedro del Cagliari e Luiz Felipe della Lazio.

Due profili molto interessanti che Mancini tiene d’occhio già da un po’ di tempo. Il centravanti del Cagliari potrebbe dare grande vivacità ad un attacco che fatica a decollare mentre il difensore titolare di Maurizio Sarri potrebbe essere una valida alternativa ai vari Leonardo Bonucci, Francesco Acerbi (già suo compagno alla Lazio) e soprattutto Giorgio Chiellini le cui condizioni fisiche non sono sempre al top.

Luiz Felipe con la maglia dell’Italia e la chiamata di Di Biagio

Il numero 3 della Lazio in realtà era già stato chiamato dalla nazionale azzurra. In realtà in quel contesto fu Gigi Di Biagio e convocarlo per l’U21. Dopo un primo si però fu lo stesso italo brasiliano a tirarsi indietro, sperava nella chiamata del Brasile. Dopo anni di anonimato da parte del difensore, mai chiamato dalla Nazionale maggiore Verde oro, potrebbe essere arrivato il momento di accettare la chiamata azzurra. 

Luiz Felipe conosce molto bene l’Italia, la lingua ed il calcio italiano. Gioca da titolare nella Lazio da ormai 5 anni e ha ottenuto grandi risultati oltre ad una grande crescita professionale. Così, da panchinaro della Salernitana, è diventato il perno della difesa laziale. Così Luiz Felipe, dopo aver indossato in 2 occasioni la maglia del Brasile U20 e una volta la stessa maglia della Nazionale Olimpica, potrebbe dire di si a Roberto Mancini.

L’oriundo come riserva di Bonucci

Se da una parte ci sono Giorgio Chiellini e Francesco Acerbi a giocarsi il posto sul centro sinistra, dall’altro lato Leonardo Bonucci della Juventus non ha un vero e proprio avversario con cui giocarsi il posto. Toloi in effetti è stato utilizzato da Roberto Mancini quasi esclusivamente come esterno destro nella difesa a 4 e Gianluca Mancini non gode della fiducia dell’omonimo tecnico. Luiz Felipe quindi potrebbe essere il vice Bonucci nelle prossime partite, il suo carisma e la sua personalità, nonostante la giovane età, potrebbero far davvero comodo all’Italia.

Per quanto riguarda l’altro oriundo invece, Joao Pedro, questa rappresenta l’idea che più stuzzica il Commissario Tecnico. Nelle ultime due gare, quelle decisive con Svizzera e Irlanda del Nord, è mancato Ciro Immobile, compagno proprio di Luiz Felipe nella squadra biancoceleste. Il capitano della Lazio è il titolare della Nazionale ma è soggetto a tantissime critiche da parte tifosi e non solo. La sua riserva è invece l’attaccante del Torino, il Gallo Andrea Belotti. Anche quest’ultimo però sta convincendo molto poco sia con la maglia dell’Italia sia con quella del Torino stesso. Ecco perché Roberto Mancini ha schierato Lorenzo Insigne Falso Nueve nel brutto match di Belfast. Ed è proprio per questo motivo che Joao Pedro rappresenterebbe un’alternativa validissima alla classica prima punta. Joao Pedro e Luiz Felipe aspettano l’Italia e l’Italia aspetta loro.

L'Italia corre ai ripari, Mancini pensa a Luiz Felipe per la difesa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui