Italia, primo passo falso in Nations League: pareggio con la Bosnia

0

La UEFA Nations League 2020 inizia anche per l’Italia, subito rallentata da un pareggio nel primo match contro la Bosnia. Il risultato di 1-1 mette gli azzurri di Roberto Mancini a dover già inseguire nella classifica del gruppo A l’Olanda, alla quale è bastato un sigillo per vincere contro i polacchi. Così, dopo 11 vittorie di fila – e ben 10 mesi di stop – la nazionale italiana rallenta il suo percorso e conclude la sua striscia di trionfi. Il CT Mancini non si è detto preoccupato poiché il sovraccarico di questi ultimi mesi, dopo lo stop per via del Coronavirus, sta iniziando a pesare anche sul piano fisico.

Italia-Bosnia finisce 1-1: in rete Dzeko e Sensi

La partita di apertura di Nations League tra Italia e Bosnia si è giocata Venerdì 4 settembre alle ore 20:45 allo Stadio Artemio Franchi di Firenze. Il primo tempo non ha nulla da raccontare, con poche azioni degne di nota, si va infatti all’intervallo sullo 0-0.

La sfida si accende nella ripresa con l’Italia che cerca di portarsi in vantaggio in diverse occasioni, dominando i primi 10 minuti del secondo tempo. Ma sono gli ospiti a trovare la rete del momentaneo vantaggio grazie ad Edin Dzeko – che milita ormai in Italia da anni – sempre bravo a sfruttare palloni vaganti in area. Gli azzurri riescono a reagire, continuando a prendere sempre più campo. Il gol del pareggio arriva con Stefano Sensi, complice la deviazione di un difensore che spiazza completamente il portiere. Il match si conclude così, con 90 minuti nel complesso piacevoli.

https://www.youtube.com/watch?v=FWPupczVJmU

Nonostante il pareggio, l’Italia ha dato segnali confortanti allo stesso Mancini, il quale si è detto soddisfatto della propria squadra. C’è anche da considerare il calo fisico e l’imminente inizio della prossima stagione – ormai alle porte – con i giocatori in continuo allenamento per fare bene e ritrovare il giusto stato di forma non soltanto in ottica nazionale. Non avranno però molti giorni a disposizione Roberto Mancini e i suoi ragazzi, perché il 7 Settembre la nazionale italiana scenderà in campo contro l’Olanda con l’obiettivo di vincere per non doversi complicare la corsa alla qualificazione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui