Le pagelle di Juventus-Torino (4-1): Torino è bianconera!

0

La partita che apre la 30^ giornata di Serie A è il derby di Torino, tenutosi nel pomeriggio all’Allianz Stadium. Netta la vittoria della Juventus, che oltre al risultato palesa un miglioramento netto anche nel gioco e nel palleggio. D’altra parte, il Torino, nonostante il risultato negativo, ha messo in campo grinta e volontà, ma i troppi errori, uniti alle lacune difensive, hanno permesso agli attaccanti bianconeri di trovare facilmente la via del gol. Analizziamo adesso le pagelle delle squadre e degli allenatori dell’incontro tra Juventus e Torino.

Pagelle Juventus

Buffon 6.5 – Gara storica per lui: 648 presenze in Serie A, nessuno come Gigione. Belotti gli rovina la festa con il rigore messo a segno.

Cuadrado 7 – Quando c’è il derby si esalta, si inventa il gol con una galoppata sulla fascia e un dribbling in area pazzesco.

De Ligt 7 – Il giallo, che gli farà saltare la gara contro il Milan, rovina l’ennesima prova di alto livello.

Bonucci 6.5 – Mette l’esperienza quando serve. Un muro invalicabile.

Danilo 6 – Buona prestazione la sua. Si rende pericoloso un paio di volte. Migliorato rispetto alle scorse partite.

Bentancur 7 – Il migliore del centrocampo. Grande prestazione sia in fase offensiva che in quella difensiva con ottimi recuperi e chiusure precise.

Pjanic 6 – Sbaglia qualche volta di troppo nella prima frazione di gioco. Lontano dai suoi livelli (49’ Matuidi 6.5 – Equilibratore perfetto. Una sicurezza a centrocampo).

Rabiot 6 – Una delle migliori prestazioni da quando è alla Juventus. La fiducia di Sarri è finalmente ripagata.

Bernardeschi 5.5 – Tende a strafare e si perde in dribbling un po’ troppo spesso. Poco concreto oggi (55’ Douglas Costa 7 – Subito una minaccia per Sirigu. L’autorete del 4-1 finale nasce da un suo cross).

Dybala 7.5 – Migliore in campo e della Juventus dalla ripresa post Covid. Oggi segna con una giocata delle sue. Imprendibile (80′ Higuain s.v.).

Ronaldo 7 – Buona partita, serve un assist per Cuadrado e segna con una punizione pregevole.

Allenatore: Sarri 7 – La squadra inizia a girare un po’ meglio, grazie anche alla condizione fisica che pian piano viene ritrovata. Ottima la gestione del match, Torino quasi mai davvero pericoloso.

Pagelle Torino

Sirigu 5,5 – Per la seconda volta esce dallo Stadium dopo aver incassato quattro reti. Poco aiutato dalla difesa granata.

Izzo 6 – Con il passare dei minuti riesce a prendere le misure a Cristiano Ronaldo. Peccato per il cartellino giallo che riceve nel secondo tempo che gli farà saltare la prossima partita.

Lyanco 4 – Longo lo preferisce a Nkoulou al centro della difesa del Torino, ma sforna una prestazione molto negativa. Sia sul primo che sul secondo gol della Juventus, il brasiliano si fa saltare con troppa facilità.

Bremer 6 – Meglio nel secondo tempo che nel primo, quando riesce anche a sventare alcune azioni pericolose. Da segnalare alcune buone chiusure su Douglas Costa (84′ Djidji 4: Pessimo impatto alla gara, appena entrato butta la palla nella propria porta con un goffo interventocon un goffo intervento).

De Silvestri 5 – Riesce ad arrivare in più di un’occasione sul fondo, ma vanifica tutto con cross imprecisi. Meglio in fase difensiva, dove riesce a far valere la propria esperienza (80′ Edera s.v.).

Meitè 6 – Dimostra anche oggi di essere tra i più in forma nei granata dal punto di vista fisico ma manca la lucidità in alcuni frangenti.

Lukic 5.5 – Longo lo preferisce a Rincon in mezzo al campo, ma il serbo non riesce a incidere sulla partita.

Aina 5 – Prestazione negativa e deciso passo indietro rispetto alla partita contro la Lazio. É spesso in difficoltà sulla propria fascia contro gli avversari. Suo anche il fallo di mano da cui scaturisce il 3-1 di Cristiano Ronaldo (84′ Ansaldi s.v.).

Verdi 6.5 – Tra i migliori in campo. Crea diversi problemi alla retroguardia bianconera, provoca il rigore del 2-1 con tiro che De Ligt respinge di braccio. Nella ripresa trova anche il gol ma gli viene annullato per un fuorigioco di Belotti (68′ Millico 5.5: tocca pochi palloni e non riesce a essere protagonista).

Berenguer 5 – Si muove molto, ma troppo spesso sbaglia l’ultimo passaggio o il tempo della giocata. Poco concentrato.

Belotti 6 – Grande generosità del Gallo e quarto gol consecutivo messo a segno. Suo il rigore che a fine primo tempo riaccende per qualche minuto le speranze granata.

Allenatore: Longo 5 – Il risultato è troppo pesante, il suo Torino prova a creare azioni ma con errori grossolani sia nei cross che nel palleggio. Si rivela sbagliata la scelta di schierare Lyanco al posto di Nkoulou al centro della difesa: il brasiliano si fa saltare con troppa facilità in ben due gol.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui