Torino-Udinese, le dichiarazioni di mister Gotti

0

L’Udinese di Luca Gotti cerca il ritorno alla vittoria che in campionato manca da sette partite. I friulani, reduci da quattro pareggi, sono coinvolti nella bagarre della parte bassa della classifica: la zona retrocessione, infatti, dista solo tre punti. I bianconeri sono attesi questa sera (fischio d’inizio ore 21,45) all’ “Olimpico Grande Torino” dai granata di Longo, anch’essi a digiuno di vittorie da sette turni e reduci dal pareggio casalingo contro il Parma nel recupero della 25^ giornata. Stesso ruolino di marcia e stessi punti in classifica: almeno sulla carta, la partita si preannuncia equilibrata.

Gotti è fiducioso: «I ragazzi hanno lavorato bene, ma sarà il campo a parlare»

Per la trasferta di Torino, il tecnico dell’Udinese Luca Gotti può contare su tutti gli effettivi ad eccezione di Prodl, assente per infortunio. L’allenatore bianconero, intervistato in esclusiva da Udinese TV, è fiducioso in vista della gara. «Ci sono i presupposti per fare il meglio possibile, i ragazzi hanno lavorato bene anche se alla fine sarà il campo a parlare. Il Torino è una buona squadra con un organico che non merita l’attuale classifica. Mi aspetto una partita dura, ma mi auguro che sia diversa da Torino-Parma per merito nostro». L’Udinese di Gotti dovrà fare attenzione alle diffide di quattro giocatori: Ekong, De Paul, Sema e Nestorovski. «Una variabile da tenere in considerazione – afferma il tecnico – ma non peserà sulla partita. Piuttosto, potrebbe incidere maggiormente sul lungo periodo assieme ad altri fattori come infortuni e affaticamenti».

Infine Gotti esprime un parere sulle partite di Serie A disputate nello scorso weekend dopo lo stop per l’emergenza Coronavirus, i recuperi della 25^ giornata. «E’ difficile fare un’analisi, i quattro recuperi sono stati diversi tra loro. In Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria la partita è cambiata molto tra primo e secondo tempo. In Torino-Parma e Atalanta-Sassuolo, c’è stata un’alternanza nella prevalenza in campo delle due squadre».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui