UFFICIALE – Trincao passa al Wolverhampton

0

Un po’ a sorpresa, nella mattinata del 4 luglio, viene rilasciato il comunicato ufficiale. Francisco Trincao passa al Wolverhampton, in prestito dal Barcellona. Una notizia interessante quanto inaspettata, che arricchisce maggiormente il progetto anglo-portoghese del Wolverhampton. Colpo che, per quanto imprevedibile, è stato affondato sotto specifica richiesta di Bruno Lage, neo-allenatore della squadra giallonera. In questo articolo andremo ad analizzare le cifre e i dettagli dell’operazione, insieme ad una breve disamina delle motivazioni del colpo affondato dai Wolves.

Trincao al Wolverhampton: cifre e dettagli

Come un fulmine a ciel sereno, il Wolverhampton ufficializza l’acquisto di Trincao. Si tratta di un prestito oneroso con diritto di riscatto. Per quanto riguarda le cifre e i dettagli dell’operazione non si hanno notizie certe sul costo del prestito, mentre il diritto di riscatto è stato fissato ad una cifra pari a 30 milioni di euro. Un vero colpo di mercato targato Jorge Mendes, agente del giocatore. Un lavoro di mediazione certosino, se si pensa che sul giocatore piombava un’esorbitante clausola da 500 milioni di euro. Si attendono aggiornamenti in merito al costo del prestito, che verrà presto reso ufficiale con un comunicato.

Trincao su richiesta di Lage

Forse la voglia di esplodere del portoghese, forse la specifica richiesta del suo allenatore connazionale. Non lo sapremo mai, ma i presupposti per l’unione tra i due erano forti eccome. In un modulo parecchio statico come il 4-4-2, la richiesta di Bruno Lage era di un giocatore che potesse regalare il tocco del fantasista, per dare imprevedibilità alla manovra. Un’ulteriore motivazione è sicuramente quella di immergersi in un progetto tecnico ben delineato, nel quale i portoghesi la fanno da padroni. Basti pensare che, con l’acquisto di Trincao, i portoghesi arruolabili diventano 10. E che portoghesi: ai vari leader tecnici come Ruben Neves e Joao Moutinho, si aggiunge un Trincao pronto a guidare la manovra offensiva con l’ausilio di uno scalpitante Podence. Colpo dopo colpo, il progetto dei Lupi si dimostra davvero interessante.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui