Le pagelle di Tottenham-Chelsea (1-4): succede di tutto nel derby londinese

0

Nella gara che chiude l’11° giornata di Premier League, il Tottenham inciampa per la prima volta in stagione nel derby londinese contro il Chelsea per 4-1. Avanti dopo pochi minuti grazie al gol dell’ex Juventus Dejan Kulusevski, la squadra di Postecoglou non riesce a conservare il punteggio complice le espulsioni ai danni di Romero per brutto fallo in area e Udogie nella ripresa. Il rigore trasformato da Palmer conclude il primo tempo sull’1-1. Nel secondo tempo gli Spurs provano in tutti i modi a portare a casa almeno un punto nonostante l’inferiorità numerica andando anche vicino al gol per ben due volte, ma alla fine è costretto a capitolare. La tripletta di Jackson condanna i padroni di casa alla prima sconfitta, regalando ai Blues i tre punti dopo due partite a secco. Ecco le pagelle di Tottenham-Chelsea.

Le pagelle di Tottenham-Chelsea

Prima di analizzare insieme le pagelle dei protagonisti di Tottenham-Chelsea, proviamo a dare una valutazione all’operato del direttore di gara.

Arbitro: Michael Oliver 6,5 – Una serata affatto semplice la sua, costretto a richiedere l’ausilio del VAR su una serie di episodi dubbi. Soltanto nella prima frazione, infatti, annulla -giustamente- tre gol per fuorigioco, prendendo la decisione di espellere Romero per un brutto fallo in area ai danni di Enzo Fernández. Giusto sia il rosso che l’assegnazione del penalty. Corretta la doppia ammonizione a Udogie, così come la decisione di annullare la rete del pareggio di Dier per offside. Qualche dubbio, invece, sul giallo dato a Mudryk per un intervento sconsiderato su Vicario.

Pagelle Tottenham

Vicario 6,5 – Se il Tottenham resiste per gran parte della sfida nonostante l’inferiorità di due uomini, i meriti sono soprattutto dell’ex estremo difensore dell’Empoli. A conferma della positiva stagione vissuta fino a questo momento, compie una serie di interventi strepitosi mettendoci anche la faccia come sul tiro ravvicinato di Cucurella. Gli avversari cercano spesso la profondità per sfruttare la velocità degli esterni, ma il portiere della Nazionale si rende decisivo anche nelle uscite dalla porta anticipando le loro intenzioni. Incolpevole sui quattro gol subiti.

Porro 5,5 – Dopo un primo tempo in totale sofferenza in marcatura su un cliente scomodo del calibro di Sterling, la prova dello spagnolo cresce nella ripresa, ma non è abbastanza per riuscire ad uscire dal rettangolo di gioco con un pareggio.

Romero 4,5 – Da una sua sbagliata costruzione dal basso scaturisce l’azione del fallo da rigore da lui commesso che porta alla rete del pareggio. Il centrale commette un bruttissimo fallo lasciando i suoi in dieci dopo la mezzora di gioco.

van de Ven 6 – Uno dei punti fermi della retroguardia degli Spurs, l’olandese è costretto ad uscite anzitempo per un problema muscolare. Serata sfortunata (46′ Emerson Royal 5,5 – Inserito all’inizio come centrale di difesa, torna nella sua posizione naturale nel secondo tempo riuscendo a contenere bene le sortite offensive dei rivali. L’unica colpa è quella di aver mantenuto in gioco Sterling sull’azione del 2-1).

Udogie 4,5 – La troppa foga nel voler a tutti i costi recuperar palla gli costa due gialli evitabili che lasciano la squadra in nove per gran parte del secondo tempo condizionando negativamente la partita degli Spurs.

Bissouma 5,5 – Poco nel vivo della manovra per tutti i 90′, prova a contribuire alla fase difensiva, ma in mezzo al campo è protagonista di un paio di errori di troppo.

Matar Sarr 6 – Garantisce dinamismo e qualità in mezzo al campo recuperando diversi palloni. Prezioso il suo apporto in copertura a difesa del pareggio, ma il giallo ricevuto costringe Postecoglou a fare a meno di lui per il prosieguo della ripesa (61′ Bentancur 5,5 – Lasciatosi ormai alle spalle il grave infortunio della passata stagione, l’ex centrocampista della Juventus si divora clamorosamente il colpo di testa del pareggio su sviluppi di calcio di punizione).

Kulusevski 7 – Autore del primo gol di questo derby londinese, lo svedese batte in velocità Colwill trovando il suo secondo centro stagionale. Con i suoi in inferiorità numerica, si rende protagonista di una grande prova di sacrificio (61′ Skipp 6 – Entra per dare maggiore fisicità in mezzo al campo e per provare a conservare il pareggio, ma non basta. Ciononostante si porta a casa la sufficienza in queste pagelle di Tottenham-Chelsea).

Maddison 5,5 – L’ex trequartista del Leicester ha a disposizione pochi palloni per incidere a dovere sull’incontro. Anche lui vittima di un infortunio, termina la sua partita sul finire di primo tempo (46′ Hojbjerg 6,5 – Garantisce quantità in mezzo al campo ringhiando sui portatori palla avversari. Determinante un suo salvataggio su colpo di testa a porta sicura di Jackson. Nella ripresa si sposta sulla linea difensiva non facendosi trovare impreparato. Ribatte colpo su colpo le avanzate avversarie, ma non basta per portare a casa almeno un punto).

Johnson 6 – Inserito a sorpresa al posto di Richarlison, il giovane esterno gallese prova a mettere in mostra la sua agilità nell’uno contro uno nei primi minuti. L’espulsione di Romero, però, porta Postecoglou a “sacrificarlo” sostituendolo con un difensore (34′ Dier 6 – Alla prima apparizione in stagione è subito protagonista di un paio di anticipi decisivi sugli attaccanti avversari. Si vede annullare per fuorigioco il gol del 2-2 per fuorigioco e nel finale complice la stanchezza, non riesce a leggere l’anticipo su Jackson in occasione del 4-1 definitivo).

Son 5,5 – Isolato per tutti i 90′ complice l’inferiorità numerica, il coreano ha tra i piedi con i suoi sotto ancora di un gol, la palla del 2-2. Sánchez però gli rovina l’impresa.

Allenatore: Ange Postecoglou 6 – Una serata stregata per il suo Tottenham caduto per la prima volta in stagione. I due rossi a Romero e Udogie, si uniscono ai pesanti infortuni nella prima frazione di Maddison e van de Ven. I suoi tentano in tutti i modi di conservare il pareggio, andando ad un passo dal 2-2 prima con il gol annullato a Dier, poi con tiro di Son. Gli Spurs mostrano coraggio e determinazione. Peccato che non basti per quella che sarebbe diventata una vera e propria impresa. Le numerose indisponibilità in vista del prossimo turno suonano come un campanello d’allarme.

Le pagelle di Tottenham-Chelsea (1-4): succede di tutto nel derby londinese

Pagelle Chelsea

Sánchez 6,5 – La deviazione di Colwill su tiro di Kulusevski lo spiazza rendendo impossibile un suo intervento. Vive una serata da spettatore non pagante, ma si rende decisivo con i suoi ancora avanti 2-1 su una conclusione di Son ben respinta. 

James 6,5 – Decisivo in fase difensiva soprattutto nei primi 45′ nel contenere le avanzate dei padroni di casa, si sovrappone spesso e volentieri in avanti andando anche ad un passo dalla gioia personale (77′ Malo Gusto s.v.).

Disasi 6 – Con i padroni di casa in inferiorità numerica, il transalpino vive una serata tranquilla arginando le poche sortite offensive degli avversari.

Thiago Silva 6 – Garantisce come suo solito sicurezza e solidità al reparto guadagnandosi la sufficienza in queste pagelle di Tottenham-Chelsea.

Colwill 5 – Insicuro e nervoso, il classe 2003 lascia troppo spazio a Kulusevski sull’azione della rete che apre i giochi deviando sfortunatamente la conclusione dello svedese. Nel finire di prima frazione si rende protagonista di un battibecco piuttosto intenso con Matar Sarr che gli costa l’ammonizione (46′ Cucurella 6 – Fin quando Kulusevski è in campo, l’ex Getafe soffre la sua intraprendenza. Va molto vicino al gol su azione di contropiede, ma davanti a sé trova un Vicario quasi insuperabile).

Caicedo 6 – Innesca gli esterni con diversi lanci in verticale dando qualità in mezzo al campo. Prova ordinata e priva di sbavature.

Enzo Fernández 6,5 – Ha il merito di guadagnarsi il calcio di rigore del pareggio giocando spesso e volentieri la palla in verticale. Prova a sfruttare la velocità di Sterling servendolo in profondità con grande precisione. Garantisce qualità e ordine al centrocampo (58′ Mudryk 5,5 – Un ingresso sul rettangolo di gioco non idilliaco quello dell’ucraino incapace di rendersi pericoloso nonostante la superiorità numerica. Rischia di beccarsi un rosso inutile nel finale).

Palmer 7 – L’ex talento del Manchester City realizza il penalty del momentaneo pareggio con il brivido. Vicario lo “sporca”, ma la palla finisce in rete per il suo terzo centro stagionale. Veste i panni dell’assist-man in occasione del gol che chiude i giochi firmato Jackson.

Gallagher 6 – Vive una serata opaca e poco nel vivo del gioco. Suo però l’assist per il terzo gol del Chelsea che pone la parola fine alle speranze di rimonta dei padroni di casa.

Sterling 7,5 – Mette a ferro e fuoco la retroguardia avversaria attaccando la profondità in maniera efficace grazie alla sua rapidità e imprevedibilità. Il VAR gli toglie la gioia del gol, ma si rifà servendo l’assist a Jackson per la rete del 2-1. Il più pericoloso del reparto offensivo dei Blues (91′ Ugochukwu s.v.).

Jackson 8,5 – Dopo tante critiche si porta a casa il pallone firmando una tripletta decisiva in una partita molto sentita. L’ex centravanti del Villarreal sale a quota cinque reti in stagione, ma sono veramente troppi gli errori sotto-porta commessi questa sera. Nonostante il successo e i tre centri c’è ancora molto da migliorare.

Allenatore: Mauricio Pochettino 7 – Una partita speciale per il tecnico argentino tornato al Tottenham Hotspur Stadium per la prima volta da avversario. I suoi partono subito male, ma la superiorità numerica di due uomini li aiuta sicuramente ad uscire dal campo con tre punti preziosi per risalire la classifica. Note positive sono sicuramente il centrocampo e gli esterni d’attacco, con Sterling particolarmente ispirato. La vittoria di oggi è fondamentale, ma serve ancora tanto per poter sperare di rivedere i Blues nelle prime posizioni.

Le pagelle di Tottenham-Chelsea (1-4): succede di tutto nel derby londinese

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui